Condizioni del contratto

Con la richiesta di preventivo di consulenza legale on-line, l’utente aderisce alle seguenti condizioni generali di contratto:

  1. Oggetto del contratto
    Il presente contratto ha come oggetto la formulazione di un parere ovvero di una consulenza legale stragiudiziale su richiesta dell'utente attraverso il sito.
    Il parere legale richiesto sarà inviato via e-mail o via fax al numero indicato dall'utente oppure per posta all'indirizzo che sarà richiesto con l'accettazione dell'incarico.
     
  2. Conclusione del contratto
    Ove si ritenga possibile prestare il servizio richiesto, sarà inviata una e-mail di conferma contenente il preventivo per la consulenza.
    Il contratto d’opera intellettuale (consulenza) s’intende effettivamente concluso solo nel momento in cui l'avvocato avrà notizia dell'avvenuto pagamento del servizio da parte del cliente secondo quanto già indicato nella procedura di pagamento e comunque fatte salve le integrazioni di pagamento necessarie in caso di comunicazione successiva di allegati come ben esplicato al punto 6 comma 2 delle presenti “condizioni del contratto”.
     
  3. Obblighi del consulente
    L'avvocato che ha accettato l'incarico si obbliga, fatte salve le diverse regole contenute nelle presenti “condizioni del contratto”, a fornire il servizio richiesto entro il termine di 5 giorni salvo diversa comunicazione nell' e-mail di conferma di cui al precedente punto 2), termine che non ha comunque natura di essenzialità o perentorietà.
    L'avvocato si obbliga al pieno rispetto della normativa deontologica forense e del D.M. n. 55 del 10.03.2014, e succ.modif. come riferimento per l'applicazione dei parametri ministeriali ed ai best practices (indirizzi forniti dal Consiglio dell'Ordine Forense).
    L'avvocato si obbliga altresì a gestire il trattamento dei dati personali del cliente, pervenuti a sua conoscenza in ragione del mandato conferito, in condizioni di assoluta sicurezza e riservatezza, comunque in conformità alla normativa deontologica e in materia di tutela della privacy, così come disposto dal GDPR General Data Protection Regulation-Regolamento UE 2016/679.
     
  4. Obblighi del cliente
    Il cliente garantisce la veridicità e la completezza di tutte le informazioni e dei dati personali forniti al momento della richiesta del servizio e successivamente.
     
  5. Pagamento delle consulenze
    Il costo di ciascuna consulenza è determinato per ogni singolo caso in relazione alla complessità dell'attività di studio richiesta e con riferimento ai parametri ministeriali, così come richiamato dal  D.M. n. 55 del 10.03.2014  e succ.modif. ed ai best practices (indirizzi forniti dal Consiglio dell'Ordine Forense).
    Si richiede indicativamente per ogni consulenza la corresponsione di € 150, importo che verrà comunque quantificato precisamente nella risposta per accettazione del servizio richiesto.
    I pagamenti potranno essere effettuati secondo una delle seguenti modalità:
    • tramite servizio paypal mediante l'utilizzo delle più diffuse carte di credito o carte prepagate;
    • a mezzo bonifico sul conto corrente indicato nella e-mail di conferma con invio della ricevuta del pagamento effettuato via fax allo 0331.490693 oppure via e-mail all’indirizzo: info@consulenza-legale-on-line.it;
    • tramite vaglia postale intestato a Avv. Giorgio Pattarello, Via Pirandello n° 7 – 20015 Parabiago (MI) con invio della ricevuta tramite fax al numero 0331.490693 oppure via e-mail all’indirizzo: info@consulenza-legale-on-line.it

    Le spese per la transazione sono a carico del cliente, così come ogni altra spesa accessoria. Le uniche spese a carico dell'avvocato sono quelle relative all'invio del parere, della fattura e della eventuale documentazione allegata.
    All'atto dell'avvenuto pagamento del servizio richiesto sarà emessa regolare fattura per la prestazione svolta.

  6. Garanzie e limitazioni di responsabilità
    L'avvocato garantisce la prestazione del servizio (consulenza), al quale si applicano gli art. 2229 e ss. c.c. Il servizio è comunque reso limitatamente all'incarico ed alle informazioni ricevute all’atto della richiesta.
    Eventuali integrazioni da parte dell’utente (ad esempio allegati non inviati all’atto della richiesta di consulenza), successive all’accettazione dell’incarico da parte dell’avvocato, saranno valutate separatamente al fine della determinazione dell’importo da corrispondere per la consulenza.
    L'avvocato non può ritenersi in alcun modo responsabile in caso di ritardi, malfunzionamenti o interruzioni del servizio che siano stati causati da eventi imprevedibili o di forza maggiore, ovvero nel caso di inadempimento, manomissione, frode o abuso da parte del cliente o di un terzo o ancora, di indicazioni erronee oppure omissioni di comunicazione. L'avvocato non può ritenersi in alcun modo responsabile dei danni che dovessero derivare al cliente o a terzi da un utilizzo improprio del parere, della consulenza o di ogni altra informazione o servizio comunque forniti.
     
  7. Diritto di recesso
    Il cliente ha diritto di recedere dal presente contratto nel termine perentorio di 4 ore dalla sua conclusione, corrispondendo un importo di € 35 a titolo di rimborso spese, che sarà trattenuto dall’avvocato all’atto della restituzione della somma già versata, oltre alle spese per il bonifico che rimangono a completo carico del cliente.
    Il diritto di recesso si esercita con l'invio, nel termine suddetto, di una e-mail all'indirizzo: info@consulenza-legale-on-line.it, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.
     
  8. Risoluzione del contratto
    Il presente contratto deve ritenersi risolto di diritto senza necessità di preventiva costituzione in mora ove il cliente non adempia anche parzialmente alle obbligazioni di cui alle presenti condizioni di contratto.
    È fatto comunque salvo ogni diritto del consulente a richiedere il pagamento del maggior danno subito.
     
  9. Foro competente e legislazione applicabile
    Il presente contratto è disciplinato dalla legge italiana.
    Per ogni controversia che dovesse insorgere in relazione al presente contratto, con esclusione di quelle espressamente escluse dalla legge, è competente in via esclusiva il Foro di Busto Arsizio.